Spießbraten

 
La
stagione fredda pian piano fa capolino, e io ne approfitto per postarvi
un’altra ricetta tedesca che avevo dovuto lasciare in archivio perché mi
mancavano le foto del piatto finito. Si tratta dello Spießbraten, letteralmente
‘arrosto allo spiedo’, che allo spiedo non si fa quasi più. È un arrosto di
maiale ripieno molto saporito, il piatto ideale per un pranzo della domenica,
accompagnato da verdure e magari da spaëtzle o knodel.
In
Germania perlopiù si compra già farcito dal macellaio, ma farlo da soli non è
difficile, e ancora una volta devo ringraziare mia suocera, nonché mia maestra
di cucina tedesca, per avermi insegnato come prepararlo. Gli ingredienti sono
tutti facilmente reperibili in Italia, quindi non cercate scuse…
You
know I like to share the recipes I’m learning while leaving in Germany (thanks
to my mother-in-law) so today, after the spaëtzle and the flammkuchen
I’ll show you how to prepare a spießbraten, a stuffed  pork roast.
Ingredienti:
un
bel pezzo di maiale da arrosto
bacon
(a fette lunghe)
cipolle
bianche
paprika
sale
pepe
per
la cottura: verdure (carota, sedano, pomodoro, porro, cipolla…) e acqua
Pulite
bene la carne sotto l’acqua fredda e asciugatela. Avrete bisogno di ottenere un
‘rotolo’ e per questo è necessario praticare un taglio a 2/3
dalla base, in alto, da destra verso sinistra, aprire il lato tagliato e far proseguire il taglio all’interno. Aprite la carne come nella foto
e farcitela.
Per
il ripieno lasciate consumare la cipolla bianca, tagliata a fettine, in padella
con poco olio. Stendete le fette di bacon nella parte centrale del vostro
arrosto, poi coprite con le cipolle. Arrotolate la carne e fermatela con dello
spago o con dei gommini appositi per la cottura in forno, come quelli che
vedete nella foto.
Ingredients:
Pork
meat for roasting
Bacon
(in long slices)
White
onions
Grounded
paprika
Grounded
pepper
Salt
For cooking:
vegetables (carrots, tomatoes, celery…) and water
Clean
the meat under cold water and dry it. You need a long piece of meat, and in
order to get it, you need to make a cut in the roast at 2/3 from the bottom from right to left, almost until
the edge. Open the cut part and keep on cutting in the inside (from left to right). Open the meat like in the picture and fill it.
For
the filling: cook the sliced onions in a pan with a little bit of oil. Cover
the meat in the central part with the slices of bacon, then cover with the
onions. Roll up the roast and fix it with twine or an appropriate rubber tip.
Ora
prendete la pellicola trasparente, tagliate due strisce lunghe e sistematele a
croce sul tavolo. Cospargete con abbondante paprika, pepe e un po’ di sale, poi
posizionate la carne al centro come nell’immagine e avvolgetelo bene nella
carta. Perché l’arrosto assorba bene il condimento, è necessario lasciarlo
riposare almeno un’ora.
Now
that some plastic wrap and cut to long sheets. Place table on the table in the
shape of a cross and cover with paprika, pepper and a bit of salt. Place the
meat in the center, like in the picture, and wrap it. The roast will need to
rest for at least an hour, so that it can absorb the seasoning.
Per
la cottura: sistemate l’arrosto (senza plastica per favore) in una pirofila,
assieme a poche verdure a vostra scelta tagliate a fettine sottili
io di solito metto anche un pomodoro
perché da un colore più carino alla salsa, meno giallognolo di quello della
foto. Bagnate l’arrosto con dell’acqua e infornate a 180°. Potrebbe essere
necessario bagnare ancora un paio di volte la carne; mia suocera ha bisogno di
farlo meno frequentemente di me perché usa una di quelle bellissime pirofile
coperte in coccio… purtroppo non sono riuscita a farne una foto! Il tempo
medio di cottura è di due ore, ma il metodo migliore per essere sicuri che la
carne sia ben cotta è usare un termometro apposito.
Per
la salsa, io uso il metodo più genuino: frullo le verdure cotte insieme all’acqua
rimasta. In questo modo ottengo una salsa leggera e molto saporita perché ha
raccolto il sapore dell’arrosto durante la cottura.
For
cooking: put the roast (without plastic, please) in a oven pan – also a nice
covered terracotta casserole would be nice – together with some sliced
vegetables (I usually put at least a tomato – not like I did for the picture –
because it gives a nice colour to the sauce). Pour some water on the meat and
put it in the oven at 180°. It might need that you will need to pour more water
on it while it is cooking. You will need around two hours before it is ready,
but the best way to be sure that the Spießbraten is well cooked the best way is
to use a meat thermometer.
For
the sauce, I prefer the healthy method, mixing up the cooked vegetables
together with the water left in the casserole. It is tasty enough because it
had all the time to get the flavour of the meat…
Che
ne dite, pensate a me una di queste domeniche? Potrebbe essere un ottimo piatto
da provare perché… no no, ve lo dico sabato su! (e non lunedì come ho scritto
su Facebook… dopotutto ogni tanto sbaglio anch’io… ma solo ogni tanto,
eh!). E prima di lasciarvi vi ricordo che, oltre agli spaëtzle, qualche mese fa
vi ho lasciato anche la ricetta della flammkuchen, assolutamente da
provare!
Like
more recipes? There’s a new initiative starting next Saturday, so I promise you
that you will find more dishes ideas this year!
0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notify of
guest
8 Comments
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Monica Maglia
7 years ago

Da leccarsi i baffi!!!!

Mammaeco
7 years ago

ce l'hooooooooooooooooo!!
MonAmour è di origine tedesca e quando i suoi vanno in Germania per salutare i parenti, ce ne portano sempre uno o due pezzi che teniamo in freezer per cene con amici e ogni volta facciamo un figurone!
è super buono e GRAZIE per la ricetta che nemmeno sotto tortura mia suocera mi avrebbe dato (ihihihi detto tra noi poche intime!) 🙂
un giorno provo a farlo e son certa che stupirò tutti, pure lei, tiè ;-P
ciao cara Silvia, mitico post!!!

Daniela Milanesi
7 years ago

slurp….io faccio qualcosa di simile steccando il maiale con la pancetta e….la cipolla rimane esterna….insomma simile molto poco, ma il sughetto me l'ha ricordato. Lo provo sicuramente!

Franci
7 years ago

mmmm…!da provare prima possibile! certo, dopo il pranzo-tristezza della mensa aziendale non ti dico che languorino mi hai fatto venire…

Rachele
7 years ago

Silvia, sembra buonissimo! Ma secondo te e tua suocera:
posso usare la carna bianca invece del maiale? tipo tacchino? o coniglio?
Viene piccante per via della paprika?

trackback

[…] bollente), la Flammküchen (conosciuta nel nord della Francia anche come Tarte Flambée), lo Spießbraten (un buonissimo arrosto di maiale ripieno di pancetta e cipolle) e i classici Lebkuchen, i […]