Subscribe
Notify of
guest
30 Comments
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
bilibina
7 years ago

Ho letto con molto interesse il tuo post, sembra proprio di retrocedere..in tutti i campi.. Sono passati quasi 40 da quando è uscito il libro "Dalla parte delle bambine" di E. Gianini Belotti eppure..i
Io ho avuto 2 maschi, ormai sono adulti, ma non ricordo di aver mai avuto problemi a lasciarli giocare con quello che preferivano …semmai scoraggiavo le armi giocattolo!
Carmen

bilibina
7 years ago
Reply to  bilibina

Si, erano gli anni '70 e io ero molto giovane ma ricordo che mi era piaciuto moltissimo!

kid's modulor
7 years ago
Reply to  bilibina

"Dalla parte delle bambine" della Belotti è un libro che credo sia uscito nel 79 ed è stato rieditato diverse volte. "Ancora dalla parte delle Bambine" è invece un libro scritto da Loredana Lipperini con prefazione della Belotti pubblicato nel 2007. Il secondo testo riconferma l'attualità del primo e lo completa con una visione aggiornata (includendo anche l'influenza dei mezzi di communicazione, internet e video giochi) mostrando come la situazione sia addirittura peggiorata negli ultimi 30 anni.

Marshall
7 years ago

Non conosco la trasmissione di cui parli, ma da ciò che scrivi la trovo terribile. Arrivo da una generazione di conquiste,soprattutto in campo femminile,e mi sento ribollire quando leggo certe cose, anni di conquiste buttate alle ortiche! La nostra società sta realmente regredendo, ciò che conta è quanto viene imposto dai media e la cosa peggiore è che ci sono persone che prendono tutta la spazzatura che passa in Tv come se fosse IL VERBO. Se ti capita leggi "Dalla parte delle bambine"……..

Tatiana S.
7 years ago

Sensibilizzare il buon gusto e il senso estetico dei nostri figli diventa il compito sempre piu difficile. Dobbiamo proporre alternative, attirare la loro attenzione verso la natura e semplicita.
Grazie per questo articolo.

kid's modulor
7 years ago
Reply to  Tatiana S.

che bello!, si, bisogna educare alla bellezza, alla poesia… o meglio, non bisogna lasciarle annagare in questo mare di volgarità nel quale siamo immersi, i bambini già hanno in sè la bellezza e la poesia, molte volte sono loro che ce la insegnano…

Franci
7 years ago

Concordo con tutte voi. Io ho un maschio di 2 anni e da quando mi interesso di giocattoli e vestiti da bambini penso sempre più spesso "meno male che non ho fatto una femmina!". Non mi fraintendete anche ai miei tempi c'erano quelle più o meno vispe e vestite da grandi, il grosso discrimine lo fa l'educazione, ma penso che adesso sia diventato vermante difficile il lavoro dei genitori che non vogliano avere una figlia-starlette perchè le nostre bambine sono bombardate di messaggi da pubblicità, cartoni, giocattoli…Ai miei tempi (e io ho 33 anni, non 70!) comprando un paio di… Read more »

kid's modulor
7 years ago

Ciao Silvia!. Mi fa piacere che la ricca chiaccherata che abbiamo avuto si prolunghi… Non conosco il programma di cui parli ma non è difficile immaginare che tipo di "valori" trasmetta agli addolescenti… Sono anche d'accordo sui vestiti per le donne, per me é difficile trovare bei vestiti datti a forme non perfette…

kid's modulor
7 years ago
Reply to  kid's modulor

Anche a me mi è rimasta in testa… menomale che abbiamo tutta una vita davanti a noi per smontargliela!. Ti abbraccio.

francesca rossi
7 years ago

Post interessantissimo, davvero.Io giro poco per negozi di giocattoli ma quando ci vado mi sconcerta vedere la divisione in rosa/blu del giocattolo anche più semplice e unisex. Come se giocare a una cosa piuttosto che a un'altra sia questione di genere piuttosto che di gusti. E come alcuni giochi (costruzioni, puzzle) non siano proprio previsti nei reparti femminili (e viceversa… anche cucinare per finta sembra essere una faccenda per sole donne)Quello che mi spaventa (e per cui sono grata di avere un figlio maschio) è come le ragazzine siano spinte a puntare solo sull'aspetto fisico per emergere, per farsi notare.… Read more »

Gio
Gio
7 years ago

Silvia, bellissimo articolo, bellissimi gli spunti che ne vengono fuori… anzi, purtroppo terribili. Io, da ragazzina, più o meno fino alla laurea, ho fatto qualche lavoro da modella, ma posso dire che ciò che vedo oggi in tv e che sento raccontare dalle nuove generazioni è tutto un altro pianeta. Per me era un divertimento e non vi erano pressioni riguardanti il fisico, specie in termini di peso, e l'era dei social network, dei like e della sovraesposizione mediatica era ancora tutta da venire. Le ragazzine, e le mamme "malate" di cura dell'aspetto, desiderio di sfondare e sessualizzazione precoce, c'erano… Read more »

Daniela Milanesi
7 years ago

Ho letto con vero interesse il tuo post e i commenti che ne sono seguiti…sono argomenti di cui, fuori dal blog, mi occupo tantissimo, è il filo conduttore della mia vita a partire dagli anni '70. Ho visto sicuramente la vita ritornare a vecchi schemi, ripristinare divisioni e stereotipi che la mia generazione considerava ormai superati…Confermo quanto già suggerito, è sicuramente interessante leggere "Dalla parte delle bambine", il libro è del 1973, io lo lessi (ricordo perfettamente) nel 1975, avevo 15 anni e stavo cominciando ad aprire gli occhi sul mondo, ho cercato di non chiuderli mai! Subito dopo vale… Read more »

cucicucicoo: ecological living

Ottimo post e concordo. Lo trovo davvero spaventoso quali sono i valori che vengono trasmessi ai bimbi. E' tutto vero, vero, vero quello che scrivi sulle femmine. A me piace un sacco quel filmato. Quella bimba ha capito benissimo che sono le aziende che cercando di ingannare le bimbe a comprare le cose rosa. E in difesa del padre, le ha chiesto conferma che sia maschi che femmine possono comprare quello che vogliono. La bimba è proprio scocciata del fatto che non mettono in conto che tutti hanno i gusti diversi, nonostante il sesso. Per quanto riguardano i vestiti, è… Read more »

cucicucicoo: ecological living

Certo, è un dibattito un po' complicato questo qui del senza sesso. L'idea è di far crescere il bimbo con le cose che gli piacciono come si sente senza subire quello che dicono gli stereotipi. E sono d'accordo che si deve fare così, di dare ai bimbi la libertà di scegliere. Ma crescere una persona come un niente, nè questo nè quello, non mi sembra molto utile ad un bambino, solo dannoso.

Non conoscevo quella pubblicità, ma mi piace molto. E sono d'accordo, Madonna sarebbe più rispettosa e un modello per gli altri farsi vedere com'è veramente.

Marina Spada
7 years ago

Cara Silvia, hai ragione da vendere!Concordo con te su tutti i fronti.Pensavo a quando negli anni settanta io scelsi di frequentare l'Istituto tecnico per geometri e di ragazze in classe con me ce n'erano una quindicina, ora dopo più di trent'anni la percentuale femminile di iscritte nello stesso istituto non è cambiata. Pensavo che col passare degli anni certi stereotipi sarebbero svaniti, invece come dici tu, le cose vanno peggiorando.Le donne che volevano la parità di trattamento dove sono andate a finire?Il vestirsi personalizzando i propri capi è diventato un tabù, meglio omologarsi, meglio avere magari i capi firmati più… Read more »

quandofuoripiove
7 years ago

SIlvia, perdonami, sono di corsa e non ho il tempo di scrivere come vorrei…Volevo però passare a dirti che mi è piaciuto molto il post. Sono argomenti su cui sto pensando anche io da un po' di tempo a questa parte, da mamma di maschio con le stesse caratteristiche del figlio di Daniela Milanesi. Spero che riusciremo a fare presto passi avanti nella lotta alle distinzioni di genere!!!!